Faps

FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI
PRONTO SOCCORSO

Vai ai contenuti

STATUTO


Art. 1) E' costituita con sede in Brescia Via Fratelli Bandiera n. 22, l'associazione denominata: "FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI DI PRONTO SOCCORSO - F.A.P.S.".

Art. 2) La federazione si propone di:
a) fornire supporto al coordinamento dell'attività sul territorio delle varie associazioni aderenti secondo le esigenze della comunità anche in relazione ad eventuali situazioni di emergenza secondo le indicazioni dell'Autorità competente;
b) promuovere la partecipazione dei cittadini alle attività di volontariato quale espressione di solidarietà sociale, di partecipazione attiva alla costruzione di una società civile fondata sui valori cristiani;
c) concorrere alla formazione e all'aggiornamento di volontari che operano nelle associazioni di soccorso secondo programmi comuni;
d) rappresentare le Associazioni aderenti nelle sedi istituzionali per tutelarne gli interessi;
e) collaborare, anche consorziandosi nelle forme ritenute più idonee ed opportune, con Associazioni similari alle componenti della federazione per il perseguimento di scopi comuni.

Art. 3) La Federazione svolge senza fini di lucro le sue attività nel territorio regionale, articolandosi nelle strutture che riterrà di volta in volta opportune per garantire la propria rispondenza ai bisogni delle Associazioni federate in relazione alla peculiarità delle situazioni particolari. La Federazione potrà stabilire rapporti con analoghi organismi operanti in altre regioni e dar vita con essi a strutture interregionali o nazionali.

Art. 4) Possono far parte della Federazione tutte le Associazioni od Enti che, a giudizio insindacabile del Consiglio, ispirandosi ai valori cristiani e, comunque, di solidarietà e fratellanza, svolgono, senza fine di lucro o strutturati come ONLUS, attività di assistenza, primo soccorso, trasporto degli infermi e di protezione civile.

Art. 5) Sono organi dell'Associazione:
a) Il Consiglio;
b) La Giunta Esecutiva;
c) Il Presidente;
d) Il Segretario Generale;
e) Il Collegio dei Revisori dei Conti;
Tutte le cariche sono gratuite e durano in carica tre anni; i membri sono rieleggibili.

Art. 6) Il Consiglio è costituito dai Presidenti, o persone da loro delegate, delle Associazioni federate e dura in carica tre anni. Il Consiglio definisce, su proposta della Giunta Esecutiva, le linee e i programmi della Federazione.
In particolare:
- approva il bilancio e il conto esecutivo;
- provvede, su proposta della Giunta Esecutiva, alla nomina del Presidente e dei Revisori dei Conti;
- determina l'ammontare dei contributi di cui all'art. 12 del presente statuto;
- delibera, su proposta della Giunta, sull'ammissione di nuovi soci.
Si raduna in via ordinaria ogni sei mesi, ed in via straordinaria ogni qualvolta il Presidente lo giudichi necessario.
Le adunanze del Consiglio sono valide se prese dalla maggioranza dei componenti.

Art. 7) La Giunta Esecutiva è costituita da un membro indicato da Croce Bianca Brescia ed uno indicato da Croce Bianca Milano, soci fondatori della F.A.P.S. e dal Presidente della Federazione, eletto dal Consiglio.
I membri della Giunta possono essere nominati anche tra persone non facenti parte del Consiglio.
La Giunta Esecutiva attua i programmi della Federazione.
Interpella il Consiglio sulle questioni ritenute opportune e puù assumere tutte le decisioni che implichino responsabilità e impegni della Federazione, riferendone al Consiglio.
Valuta ed istruisce le richieste di ammissione di nuovi soci.
Redige il progetto di bilancio che, sottoposto alla valutazione dei Revisori dei Conti, viene approvato dal Consiglio.
Propone all'approvazione del Consiglio i regolamenti ritenuti opportuni per disciplinare il funzionamento della Federazione.

Art. 8) Il Presidente viene eletto dai membri del Consiglio tra i nominativi proposti dalla Giunta Esecutiva; è il legale rappresentante della Federazione, sorveglia il buon andamento dell'attività della Federazione; cura l'osservanza dello Statuto; convoca il Consiglio e cura l'esecuzione delle deliberazioni del medesimo ed il rapporto con autorità tutorie.
In caso di mancanza od impedimento del Presidente ne fa le veci il più anziano dei membri del Consiglio.

Art. 9) La Giunta Esecutiva puù, con proprio provvedimento, istituire il Comitato Tecnico Scientifico che è composto da almeno 6 persone scelte tra tecnici esperti delle materie che riguardano gli ambiti di attività della Federazione e nomina il suo Direttore.
Il Direttore del Comitato Tecnico Scientifico partecipa ai lavori del Consiglio e della Giunta Esecutiva con voto consultivo.

Art. 10) Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri effettivi e due supplenti e controlla l'andamento della gestione economica e finanziaria della Federazione, dura in carica tre anni e i suoi membri sono rieleggibili.
I membri effettivi partecipano ai lavori del Consiglio ed eleggono nel loro seno un Presidente che coordina l'attività del Collegio.
Il Collegio redige una relazione che, con il progetto di bilancio redatto dalla Giunta Esecutiva, viene sottoposta all'approvazione del Consiglio.

Art. 11) Il Segretario Generale viene eletto dalla Giunta Esecutiva, ha mandato triennale ed ha i seguenti compiti:
a) curare la predisposizione degli atti della Giunta e del Consiglio;
b) è responsabile della gestione amministrativa e cura gli adempimenti di legge;
c) svolgere le mansioni di segretario nelle sedute di Consiglio e della Giunta;
d) di redigere e conservare i verbali del Consiglio e della Giunta nonchè tutti gli atti della Federazione.

Art. 12) Il Patrimonio della Federazione è costituito:
a) quote associative che verranno stabilite annualmente dal Consiglio a carico delle Associazioni, anche considerando i singoli bilanci;
b) dai contributi ed oblazioni, sissidi da privati, enti diversi ecc..
Gli esercizi sociali si chiudono al 31-12 di ogni anno.

Art. 13) Le Associazioni dovranno attenersi alle direttive della Federazione dando tutta la possibile collaborazione per il conseguimento delle finalità istituzionali, nell'ambito del territorio di competenza.

Art. 14) Le Associazioni possono recedere dalla partecipazione della Federazione, dando comunicazione con lettera raccomandata entro il mese di Ottobre di ogni anno.
La cessazione dell'appartenenza per recesso non conferisce diritto sul patrimonio.
Art. 15) Lo scioglimento della Federazione è deliberato dal Consiglio su proposta della Giunta Esecutiva; il Consiglio provvederà alla contemporanea nomina di uno o più liquidatori, ed in ordine alla devoluzione del patrimonio.




Torna ai contenuti | Torna al menu